Gli uomini preferiscono le bionde? • Birrificio Artigianale Dr. Barbanera
birra artigianale dr. Barbanera Sudigiri
Sudigiri: la storia senza tempo (di una birra nuova)
14 giugno 2017
Show all

Gli uomini preferiscono le bionde?

Forse no, ma le donne spesso preferiscono le rosse

 

Già nel 1953, il film di Howard Hawks  con Marilyn Monroe e Jane Russell affrontava in modo scanzonato un luogo comune ben riassunto nel titolo “Gli uomini preferiscono le bionde”. Ma è davvero così?
Banalità a parte, ovviamente, in questo caso, il luogo comune sulle preferenze estetiche nelle relazioni serve solo da gancio a parlare di birra. Si perché la “bionda” è nell’immaginario comune la birra che va per la maggiore, la più “facile”, la più apprezzata (immaginario che si è creato, purtroppo, anche in maniera sessista nei decenni scorsi e non senza colpa delle grandi multinazionali della birra).

Innanzitutto una doverosa premessa: non c’è nulla di più sbagliato che classificare le birre in base al colore, le birre si possono classificare (se proprio dobbiamo farlo) in stili, ma mai in colori. Senza dilungarsi troppo (non è lo scopo di questo articolo) vi basti sapere che stili molto differenti tra loro (quindi con aromi, sapori e sentori differenti) possono avere lo stesso “colore”.

Ebbene tornando alla domanda iniziale: secondo noi si e no, ovvero, gli uomini non necessariamente preferiscono le bionde. Facendo questo mestiere si incontrano veramente tante persone, al birrificio, nei locali, sulle piazze, nelle fiere… per cui abbiamo un nutrito campione di italiani (e non) composto da diverse migliaia di persone con cui spesso si sono scambiate quattro chiacchiere su gusti e preferenze e da cui abbiamo estrapolato una personalissima classificazione (a scopo puramente goliardico).

Gli abitudinari
Si avvicinano il più delle volte alla birra artigianale con diffidenza, abituati ad anni di “birra industriale”. Per loro la birra è “la bionda”, e guai a proporgli qualcos’altro, poichè già <<la birra artigianale è pesante>> , sostengono, figuriamoci che non sia bionda. In questo caso, la preferenzas per le bionde è palese e sfocia in due diversi comportamenti: qualcuno dopo aver assaggiato una delle nostre birre  rimane fedele alla “bionda” qualcun’altro (solitamente con gli occhi strabuzzati e un pò di incredulità) ammette che <<eppure non è niente male anche questa che bionda non lo è>>.
In entrambi i casi per noi è una vittoria: che abbiano apprezzato una “bionda” come Suigiri  o un “ambrata” come Ora d’Ora ora perlomeno sono un passo più vicini alle birre artigianali, scoprendo che <<è tutta un’altra storia>> rispetto a quelle bottiglie da qualche centesimo che si trovano sugli scaffali di ogni supermercato (che ci teniamo a precisare, non sono “cattive”, semplicemente… diverse…) .

Gli esploratori
<<Sicuramente non la bionda>> questa è pressoché la risposta che riceviamo quando chiediamo cosa vogliano assaggiare. In cerca di sapori “diversi” e “particolarità” snobbano quasi sempre “le bionde” come Mariù a favore di birre più “strane” come ad esempio la nostra La Bigiata bionda sì, ma in stile Saison, per cui con spezie e agrumi. Nella maggior parte dei casi, ci è successo di assistere ad una “redenzione” vedendoli andare via proprio con una Belgian Ale (Mariù, ndr) poiché in fondo “bionda” non vuol dire banale

Le donne
Anche se sembrerebbe una categoria creata in modo denigratorio e sessista, tutt’altro è. Spesso sono proprio le donne ad assaggiare di più rispetto agli uomini (probabilmente perchè sono ovviamente meno condizionate da quegli spot anni ’90 in cui un’avvenente ragazza dai capelli oro diceva di essere la “tua bionda”) lasciandosi guidare, come dovrebbe essere, dal proprio gusto personale. Ne consegue che non esiste una regola. Le donne “rischiano” di più assaggiando, o semplicemente bevondo ciò che gli va in quel momento a seconda dell’umore. A dirla tutta, una piccola preferenza, nel mondo femminile, l’abbiamo notata: molte nostre clienti sembrano preferire una birra più “alcolica” e “corposa” ma tendenzialmente “dolce”, come la nostra Irma che è, tenetevi forte, una “rossa”!

Cosa ne deduciamo da tutto questo?
Forse che “gli uomini preferiscono le bionde e le donne le rosse”?!
Che gli uomini preferiscono le donne che preferiscono le rosse?
Che le donne preferiscono le rosse agli uomini?

La verità è che non lo sapremo mai, l’unica cosa certa che ci sentiamo di dire è “ad ognuno la sua birra”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *